martedì 15 agosto 2017

Stiamo diventando più "STUPIDI" ?

Stiamo diventando più STUPIDI è il grido d'allarme lanciato da alcune recenti ricerche.( vedi  )


I punteggi QI ( test di intelligenza )  stanno diminuendo e alcuni esperti sostengono che gli esseri umani abbiano raggiunto il loro picco intellettuale ormai tempo fa.Infatti i livelli QI sono aumentati in gran parte dal 1930 grazie a migliori condizioni di vita e istruzione - una tendenza nota come effetto Flynn. 
I risultati di test di QI suggeriscono che le persone sono diventate meno intelligenti , mediamente - 10 punti ,negli ultimi dieci anni  ( test a campione svolti nel Regno Unito, in Danimarca e in Australia) 
Secondo altre ricerche ( Jan te Nijenhuis, Università di Amsterdam ) il calo è addirittura di - 15 punti. 
Tali effetti sono più evidenti sopratutto negli adolescenti ipertecnologici.
La tecnologia può diventare più intelligente, ma gli esseri umani stanno diventando sempre meno intelligenti, hanno avvertito gli scienziati.

Il Professore Adrian Ward dell'Università del Texas, mostra in una sua ricerca che anche la sola presenza dello smartphone acceso e disponibile rende "più stupidi", ( effetto brain drain ) per lo "sforzo" richiesto per controllare/non controllare il proprio dispositivo.Tale sforzo utilizza una parte del nostro cervello e, per questo motivo,che la sola presenza dello smartphone è sufficiente per ridurre le nostre capacità cognitive.


​Occorre tuttavia tener presente che gli strumenti di misura del'intelligenza si devono aggiornare visto che viviamo ormai in una società sempre più digitale quindi la domanda da porsi è Q.I. è ancora adatto a misurare l'intelligenza umana del 2000 ? Si veda anche nostra ricerca Digital Brain e NetIntelligenze .


Ma è lo smartphone che ci rende stupidi ?

Il problema non è l’oggetto in se ma il suo utilizzo. In  un test effettuato (Media multitaskers pay mental price, Stanford study shows) , studenti multifunzionali (svolgere più attività contemporaneamente ) non riuscivano a ignorare ciò che non era importante e tendevano a considerare tutto.Il multitasking ne diminuisce l'efficenza.

Sembrerebbe strano ma è dimostrabile anche da uno studio di due neurologi francesi Sylvain Charron e Etienne Koechlin (Multitasking Splits the Brain) grazie all'utilizzo della risonanza magnetica , hanno dimostrato che chi 
svolge attività simultanee lo distribuisce su due lobi della corteccia frontale del cervello, ma dalla terza in poi si ha un calo delle prestazioni perché è come se si esaurisse lo spazio di elaborazione del cervello.



Tutto è confermato dall’ UCSF (università della California Sanfrancisco) con uno studio UCSF Study on Multitasking Reveals Switching Glitch in Aging Brain  che dimostra come l’uso eccessivo degli smartphone, privi il cervello delle micro fasi di riposo, togliendo spazio così alla creatività , all’inventiva e alla memoria.

Altre ricerche evidenziano come un frenetico uso dello smartphone sia correlato (che sia  in rapporto di reciprocità, di interdipendenza ) con la diminuzione della memoria, della creatività,della pazienza ,e con isolamento e l'obesità.

Nicholas Carr nel libro "Internet ci rende stupidi?" sottolinea "Oggi giriamo con lo smartphone e viviamo sui social network. Il problema è diventato più evidente e più grave.Il nostro cervello è malleabile, ma se viene bombardato da distrazioni e interruzioni continue, si adatta di conseguenza. Non siamo in grado di finire una cena senza controllare il cellulare, siamo sempre più in balìa del flusso di informazioni, più distratti che mai. Gli effetti? L'attenzione diventa frammentaria, siamo meno capaci di riflettere e di pensare in profondità. Anche la memoria ne risente"

Manfred Spitzer, nel libro "Solitudine Digitale " mostra che la disponibilità dello smartphone durante le lezioni di un consistente gruppo di universitari comportava un aumento delle distrazione come : 
massaggiare ( 48%) , ascoltare musica ( 46%) ,
usare Facebook (36%),rispondere al telefono o videogiocare( 22%), 
navigare in rete ( 21% ) ...

Studenti e genitori siete avvertiti.

lunedì 14 agosto 2017

Chiudono i negozi ma è boom dell' on-line

Anche la Provincia di Treviso è colpita dal boom degli acquisti on line, digitali con smartphone, mentre soffrono gli acquisti analogici ( tradizionali)




Oltre il 40% della spesa degli italiani è destinata ad alimentari, casa e vestiti: nel 2017 raggiungerà quota 7.800 euro, su un totale pro capite di quasi 17.300 euro. 


( Ufficio Studi di Confcommercio sui consumi delle famiglie )




L'analisi rileva che tra il 1995 e il 2017 la distribuzione della spesa ha subito

+ 5,5%   abitazione, acqua, elettricità, gas ed altri combustibili
+ 2,4% per alberghi e ristoranti
- 2,8 % alimentari
- 1,9 % mobili, elettrodomestici e manutenzione della casa
- 1,5 % vestiti e calzature
-0,2 % tabacchi


boom  la telefonia con una spesa reale per apparecchi e servizi balzata in termini pro capite del 240%, passando dal 1995 ad oggi da 109 euro a 371 euro. 

                                   http://www.trevisotoday.it/economia/chiusura-negozi-e-commerce-marca-trevigiana-agosto-2017.html

Chiusura dei piccoli negozi ...

Vedi anche nostra precedente ricerca del 2011.


-15% nei centri storici contro -12,4% periferie
chiudono librerie, negozi di giocattoli e abbigliamento, mentre per i benzinai si può parlare di vera e propria sparizione, nei sobborghi il calo può arrivare oltre il 40%


boutique (-20% ) con calo vendite del 40-50%
ferramenta e costruzioni (-19,9%)
oreficerie, profumerie (-17,5%
macellerie (-17%)
oreficerie, profumerie (-17,5%
librerie (-17%)
ambulante ( -9,7% )
+10 - 15% ristoranti e bar, anche nei centri storici, è dovuto alle tante nuove aperture,ma ormai il 50% chiude entro tre anni
-11% vendite alimentari con spesa media 300 euro

( report Confesercenti – Elaborazione su dati Istat e Registro delle imprese )




Parallelamente c'è il boom dell' e-commerce ( gli acquisti on line)  +20%, raggiungendo i 23,4 miliardi di valore, secondo altri 31,6 miliardi ( Casaleggio https://www.casaleggio.it/focus/rapporto-e-commerce-in-italia-2017/ )

Shopping on line, spesso con il telefonino ( smartphone e app ),
trainato dal turismo,informatica,abbigliamneto,assicurazioni,editoria,arredamento e la crescente quota sugli alimentari, salute e bellezza ecc...


Si acquista spesso su  Amazon,Alibaba, Ebay, con lo smartphone ( 80% circa)

Il numero degli acquirenti online è cresciuto dal 2014 al 2016 del 26%. Dei 21 milioni di acquirenti online attivi in Italia ci sono quasi 16 milioni di persone che nell’ultimo trimestre 2016 sono classificabili come clienti abituali delle vetrine online.Ogni tre mesi fanno uno o due acquisti, spendendo poco meno di 100 euro.

sabato 12 agosto 2017

Ricerca viaggiare con pochi soldi, però ...

Come spendere pochi soldi con il telefonino e viaggiare, però ...

Abbiamo simulato la partenza di un giovane trevigiano su tre mete : Milano, Rimini e Roma.

Fino a qualche hanno fa non c'erano molte alternative al treno o al troppo costoso e lontano aereo.
Ma ora come stanno le cose.
Partiamo dal treno con costi medi solo andata,da Treviso, di 48 euro circa per Milano che diventano 90 euro per Roma e 40 euro per Rimini con cambio treni.




Per l'aereo, solo andata, le cose si fanno più complicate è previsto infatti di spostarsi a Venezia, all'aeroporto Treviso non ci sono voli, ma le mete si riducono  a Milano e Roma niente Rimini con costi che oscillano dai 200-300 euro con la compagnia di bandiera Alitalia, ma on line si possono trovare  last minute se si è un pò fortunati, mentre i lowcost Ryanair  o EasyJet non sono previsti voli.
E qui si fermerebbero le offerte di una volta.

Proviamo allora con altri nuovi sevizi come Bla Bla Car e Flixbus usando lo smartphone (telefonino )

BlaBlaCar è la piattaforma per la condivisione dei viaggi in auto, con oltre 35 milioni di utenti e più di 10 milioni di viaggiatori ogni trimestre, che mette in contatto conducenti e passeggeri che desiderano effettuare un viaggio sulla stessa tratta, condividendo le spese.
Una specie di autostop a pagamento.

                                                        https://www.blablacar.it/

Si parte con una spesa media di 15-18 euro per Milano con diverse partenze,
ad esempio (oggi ndr) da Treviso,Silea, Castelfranco Veneto, scegliendo un autista esperto, o intenditore, o ambasciatore o apprendista ...
Per Roma la spesa media si aggira sui 25-30 euro.
Per Rimini o Riccione spesa media di 16-17 euro.

Ma non basta vediamo Flixbus.

FlixBus, l'azienda di autobus che non ha autobus, basata sulla collaborazione con una rete di aziende di autobus partner che garantisce aziende e autisti  italiani.

                                                          https://shop.flixbus.it
                                               

Treviso Milano partenza 6,30 a 18 euro.
Treviso Roma 20 euro partenza 12.20 mentre con partenza alle 22.35 al prezzo di 30 euro.
Rimini niente.

Sembrerebbe che con soli 15 euro in tasca il giovane trevigiano possa viaggiare ...
tranne le persone con disabilità in carrozzina ( "a cui non rimane il treno, o meglio solo alcuni treni come il frecciarossa con alcuni problemi , ad esempio, bisogna recarsi in stazione almeno due ore prima, bisogna stazionare davanti al deposito bagagli e aspettare il veicolo sollevatore che, come con i bagagli, porta la
persona disabile all'ingresso del vagone "  ing. Paolo Berro )
.

Benvenuti nella Sharing Economy
“economia della condivisione” propone un nuovo modello economico, promuovendo forme di consumo più consapevoli, basate sul riuso anziché sull’acquisto e sull’accesso invece che sulla proprietà ).

giovedì 10 agosto 2017

Gli smartphone hanno distrutto una generazione, ma ...

Dopo Uno smartphone per amico ... Indagine nella Castellana ( 2014 )


Gli smartphone hanno distrutto una generazione,
ma la Bellezza può salvarli


Lanciato un grido di allarme dagli USA ,da Jean Twenge, docente in psicologia Università di San Diego, nel suo libro "IGen" sulla generazione iGen, giovani nati tra il 1995 e il 2012 e cresciuti con cellulari e smartphone. 

I teenagers Usa sono più depressi e meno inseriti a scuola o al lavoro, sono una generazione solitaria e dislocata, passano meno tempo con gli amici ( -40% ), meno tempo nello studio e nello sport. 
La pista di pattinaggio, il campo da pallacanestro, la piscina cittadina, sono stati sostituiti da spazi virtuali accessibili tramite app e il web  (su Snapchat, Instagram, Facebook).
Giovani adirittura con scarso interesse perfino nella sfera della sessualità (-40%), che non lavoricchiano per essere/sentirsi indipendenti, che non prendono e la patente di guida ,che vanno poco a ballare.
Amano i telefonini più di quanto vivano le persone reali, preferiscono la texting ( scrittura messaggini ) alla conversazione effettiva, emoj (faccine) comprese.

Tutto bene allora ? No, infatti  la depressione e l'insonnia crescono,così come i suicidi e il bullismo aggressivo.
L'arrivo dello smartphone ha radicalmente cambiato ogni aspetto delle vite degli alescenti,non più un'adolescenza analogica ma digitale, cambiato inoltre la natura delle loro interazioni sociali e della loro "salute mentale". 
Giovani più sicuri e meno dipendenti dall'alcool e fumo,più depressi ( correlazione con maggior uso del display ), più 21% maschi e più +50% ragazze.
In aumento anche i suicidi,gli adolescenti che trascorrono tre ore al giorno o più sui dispositivi elettronici hanno il 35% per cento in più di probabilità di avere un fattore di rischio per il suicidio.
Dipendenti dal wifi e always on, sono sempre attaccati ai loro smartphone anche di notte magari sotto il cuscino nel letto, spesso soffrono di insonnia hanno diminuito le loro ore di riposo mediamenti da 9 a 7 ore.
Più "casalinghi" e "divanati",hanno più tempo libero,sono più in famiglia ma estraniati con  i loro smartphone. 
I ragazzi di 18 anni ora agiscono più come quelli di quindici e quelli di quindici anni più simili ai 13 anni. L'infanzia ora si estende ben oltre al liceo, ma cosa fanno con tutto questo tempo? Sono sul telefono, nella loro stanza, soli e spesso in difficoltà.

I genitori spesso sono più inclini a incoraggiare i loro figli a rimanere a casa a studiare piuttosto che cercare di ottenere piccoli lavoretti per guadagnare qualcosa.
Gli adolescenti,a loro volta, sembrano soddisfatti di questo accordo domestico, non perché sono così studiosi, ma perché la loro vita sociale è vissuta sul proprio telefono. Non hanno bisogno di andarsene a casa per trascorrere del tempo con i loro amici.
In aumento anche i fenomeni di bullismo e la violenza digitale via social.

In Italia le cose non sono poi così tanto diverse, lo smartphone è come un "biberon elettronico" che cura l'horror vacui informazioniale, e il frenetico multitasking (fanno più cose contemporaneamente), che regala un po'di emozioni risvegliando dalla noia una generazione di giovani fomofobici (paura di essere esclusi dai social) patiti di selfie spesso estremi in cui si rischia addirittura la cosa più preziosa , la propria vita. 

​                                               ​Prof Daniele Pauletto con studente presso Mostra Joan Mirò a Villa Manin 

Cosa fare ?

Traconiane terapie di divieti o sequestro della "pantegana digitale" (così Sergio Saviane aveva definito con acume sprezzante i primi cellulari, non sapendo ancora cosa sarebbe diventati ) risultano inutili se non controproducenti meglio usare intelligenti strategie che trasformino il biberon in un caleidoscopio di bellezza.
Si documentare,fotografare il bello che esite intorno a loro così che lo schermo si accenda questa volta di colori immagini di opere d'arte o bellezze architettonicche mai viste prima magari da una visuale prospettica diversa,una sfida per la Scuola.
Impegnarli in piccoli lavori di reportage audiovisivi con i nuovi mezzi tecnologici, noi lo abbiamo fatto con i minidroni volanti nell'esperienza dronibyart portando molti studenti a documentare mostre d'arte,ville,musei.
Ecco allora che può succedere qualcosa di strano, un display freddo presente vita,calore animato dalla Bellezza che porta luce nelle annoiate vite dei giovani entusiasmandoli in insoliti cacciatori di Bellezza. 




​ 

lunedì 7 agosto 2017

Ristoranti più segnalati a Castelfranco Veneto

Nuova indagine condotta dagli studenti dell'Ipsia Galileo Galilei, evidenzia i  Ristoranti più segnalati su Tripadvisor app su smartphone  molto usata dai turisti , utilizzando il pc da casa o lo smartphone.


Con lo smartphone posso tuttavia utilizzare il gps e quindi scegliere ad esempio un locale più vicino che non rispetta la classifica, oppure posso scegliere altri filtri di ricerca su web o smartphone come
disponibilità, tipo di cucina, adatto ai bambini ,accessibilità,tipologia piatti,cucina locale, o per caratteristiche ( orari apertura,tavoli all'esterno, prenotazioni, wifi, parcheggio disponibile, ecc.. ) anche in questo caso la "classifica" può cambiare.

                                     - C'è una alta concentrazione di esercizi nel centro Città -


Top Ten Ristoranti per Tripadvisor 2017   ( su 93 esercizi esaminati )

e confronto rispetto analoga ricerca del 2016 ( ricerca  )

Valutazione di Tripadvisor in funzione del numero delle recensioni e delle valutazioni fatte dagli utenti.

Diverse sorprese con inaspettate retrocessioni e la comparsa di new entry.





Antico Girone ***  Mantiene salda la sua posizione
1' su Tripadvisor ( 544 recensioni) ed è piazzato anche al primo posto nella categoria di prezzo fascia media
problema accessibilità* ,adatto ai bambini, opzioni vegane

Barbesin **
2' su Tripadvisor ( 402 recensioni) 
dal terzo al secondo posto guadagna una posizione, viene citato inoltre nella Guida Michelin ed è piazzato anche al secondo posto nella categoria di prezzo fascia media, accessibile* Si
accessibile* , adatto ai bambini, opzioni vegane

Feva Ristorante ***
3' su Tripadvisor ( 398 recensioni) dal quinto al terzo posto guadagna due posizioni ed è al primo posto nella categoria Ristoranti Raffinato
viene citato inoltre nella Guida Michelin
accessibile*  


Ristorante da Irene *
4' su Tripadvisor ( 1066 recensioni molte )  retrocede dal secondo al quarto posto nonostante sia il 
ristorante con maggior numero di recensioni ed è piazzato anche al terzo posto nella categoria di
prezzo fascia media
accessibile* , adatto ai bambini,  

Pironetomosca * retrocede dal quarto posto al quinto 
5' su Tripadvisor ( 276 recensioni)
accessibile* , adatto ai bambini,  

Eclectique Ristorante * mantiene la sua posizione
6' su Tripadvisor ( 189 recensioni)
accessibile* si ,adatto ai bambini,  

Bottega della Birra * new entry
7' su Tripadvisor (59 recensioni ) ed è al primo posto nella categoria Ristoranti Economico
accessibile*  

Ristorante Rino Fior retrocede perdendo una posizione
8' su Tripadvisor ( 196 recensioni)
accessibile* , adatto ai bambini

Fraccaro Cafè new entry *
9' su Tripadvisor (350 recensioni )
accessibile,adatto ai bambini, opzioni vegane

I-Sushi ( borgo vicenza 21 ) perde una posizione
10' su Tripadvisor ( 62 recensioni)
accessibile*  

Osteria Ai Do Mori da nono posto scivola al tredicesimo perdendo quattro posti 

Ristorante Pizzeria Nonna Giovanna dal decimo al quindicesimo perdendo cinque posizioni



Ristorante Alle Mura ( 94 recensioni poche) perde molte posizioni ma è al secondo posto nella categoria Ristoranti Raffinato 

Ristorante del Mare a Salvarosa (26 recensioni pochissime )  è al secondo terzo nella categoria
Ristoranti Raffinato 

New entry nella categoria Ristoranti Economico al 2' posto il King Sushi

e al terzo posto il Bistrò San Giustino ( 139 recensioni ) nella fascia Ristoranti fascia media



* accessibilità con  con sedia a rotelle 



Dati ricerca Ristoranti Google Castelfranco Veneto

1 ° posto 

Rino Fior
4,6 valutazione e 53 recensioni

Antico Girone
4,6 valutazione e 36 recensioni


2° Posto

Barbesin
4,5 valutazione e 97 recensioni

Feva
4,5 valutazione e 66 recensioni


3° Posti

King Sushi
4,4 valutazione e 87 recensioni

Osteria al Treno 
4,4 valutazione e 87 recensioni
     
 Fuji
 4,4 valutazione e 86 recensioni



4°  Posto 

Da Gennaro ristorante pizzeria
4,3 valutazione e 104 recensioni

Nonna Giovanna pizzeria ristorante
4,3 valutazione e 92 recensioni

Irene
4,3 valutazione e 83 recensioni

Eclectique
4,3 valutazione e 67 recensioni


Alchimista Bistrot e Mescole
4,3 valutazione e 65 recensioni


Ristorante Cinese Sun
4,3 valutazione e 29 recensioni
     


5°  Posto

La Favorita pizzeria ristorante
4,2 valutazione e 105 recensioni
      
Kyo giapponese
4,2 valutazione e 100 recensioni

Anna Smania
 4,2 valutazione e 53 recensioni

Ristorante Alle Mura
4,2 valutazione e 26 recensioni



6°  Posto


Galeone d'Oro pizzeria ristorante
4,0 valutazione e 127 recensioni

 Mistral pizzeria ristorante
4,0 valutazione e 36 recensioni



7°  Posto 

Osteria ai Do Mori
3,7 valutazione e 22 recensioni



8°  Posto 

Mandrillo pizzeria ristorante
3,6 valutazione e 47 recensioni

    
9°  Posto

Tamburello
3,9 valutazione e 54 recensioni

seguono Pizzerie



domenica 30 luglio 2017

"Esplosiva" crescita di Airbnb a Castelfranco Veneto + 300%




Airbnb è un portale online che mette in contatto persone in ricerca di un alloggio o
di una camera per brevi periodi con persone che dispongono uno spazio extra
da affittare, generalmente privati.( vedi )
Gli annunci includono stanze private, interi appartamenti, ville ... 
in "concorrenza" con gli Alberghi cittadini.

http://www.trevisotoday.it/blog/airbnb-castelfranco-3-agosto-2017.html


Nella sola città di Castelfranco Veneto abbiamo più di 20 offerte, con prezzi molto bassi si parte da circa 30 euro, fino ad arrivare a più di 40 offerte se allarghiamo il campo al limitrofo territorio della Castellana.Una fonte di reddito alternativa/aggiuntiva per molti castellani. 
La rivoluzione della sharing economy sbarca ufficialmente anche a Castelfranco  ( “economia della condivisione” propone un nuovo modello economico, promuovendo forme di consumo più consapevoli, basate sul riuso anziché sull’acquisto e sull’accesso invece che sulla proprietà ).


                                 Mappa offerte Airbnb nel Veneto ( fonte Federalberghi 2017)

Nel Veneto si stimano circa 12.000 posti : secondo i dati di Federalberghi, 12.259 alloggi, di cui 8.448 (68,91%) riferiti a interi appartamenti, 8.988 (73,31%) disponibili per più di sei mesi e 7.785 (63,50%) gestiti da host che mettono in vendita più di un alloggio.
Spicca inoltre il dato di  4,23 giorni di soggiorno medio di ogni utente Airbnb in Veneto, un dato che supera quello della ricettività tradizionale; valori che indicano non un’attività occasionale ma attività che assomigliano molto ad attività para-alberghiere, con la differenza che pagano molte meno tasse degli hotel.È Verona la provincia con la più ampia densità di offerte su Airbnb: la concentrazione è superiore attorno al lago di Garda, oltre che nel capoluogo scaligero. Seguono Venezia e Padova,Treviso...secondo Federalberghi si tratta di una «shadow economy» più che di una «sharing economy», economia in  ombra, in nero, invece che una economia della condivisione.



Da un confronto rispetto al 2015 di una nostra ricerca analoga emerge un vero e
proprio boom di affitti temporanei di locali ( link ) sopratutto nella fascia di prezzi medio-bassa altamente competitiva.






Fascia 20-40 Euro 

 Offerte 7     + 300% rispetto al 2015
(Camera , bed & breakfast, casa)





Fascia 40-50 euro

Offerte 7     + 40% rispetto al 2015
(Bed & Breakfast, appartamentino, Stanza)


Fascia 60-70 euro

Offerte 7     + 300% rispetto al 2015
 (Casa 2 camere ... 100 metri quadri)



Fascia 80-100 euro

Offerte 3     + 50% rispetto al 2015
 (Appartamenti)




 Fascia 100-150

1 Offerta   - 50%

( Appartamento signorile ) 

sabato 15 luglio 2017

Ville e Musei ... cercasi sul web ?

A caccia di turisti , però ...





Ville e Musei più famosi nel territorio secondo il web e social network.

Solo il 41% dei nostri musei ha un proprio account su Facebook, Instagram e Twitter; il 25% possiede una newsletter; inoltre, il 20% offre allestimenti interattivi, e il 19% il Wi-Fi gratuito; infine, il 13% ha QR code, cataloghi on line, visite virtuali.( vedi  )



Secondo TripAdvisor , app su smartphone  molto utilizzata dai turisti 
pochi sono i siti di interesse  del territorio degni di nota , Castelfranco del tutto assente
Partendo come ricerca Veneto Cose da Fare 
visto che i turisti una volta arrivati in Veneto bisogna portali sul territorio
e magari a Castelfranco Veneto e dintorni 
le famose Terre del Giorgione 

0 zero Siti di Interesse
0 Luoghi/ Edifici/ Chiese  storici

al 23° posto La Basilica Palladiana di Vicenza

Mura di Castelfranco Castelfranco Veneto
al 180° posto come Resti Antichi

assenza anche del Museo castellano
al 5° posto ( come numero di segnalazioni) troviamo la Cinta Muraria di Cittadella per poi passareall' 8° posto con Museo Canova di Possagno  
al 9° Villa Contarini Piazzola sul Brenta e 
al 10 ° Poli Musei di Bassano del Grappa 
lontanissimi i Musei Civici di Treiso 21° posto



Per quanto riguarda le Ville del territorio secondo Facebook 
il numero di utenti interessati ( iscrizioni)
domina Villa Emo con 4426 iscritti

seguita da Villa Marcello 4131

seguita da Villa Corner della Regina 3679

Villa Barbaro maser 2430


Villa Chiminelli  895

villa Cornaro pochissimi  



Su YouTube
Villa Emo con quasi 15.000 visualizzazioni *

Villa Barbaro Maser 8495 visualizzazioni

Villa Chiminelli 7350 visualizzazzioni *

* video fatto dagli studenti dell'Ipsia Galilei con i minidroni


Villa Marcello ferma a 2199 visualizzazioni

Villa Corner   pochiissime 622 visualizzazioni
https://www.youtube.com/watch?v=v8afN2MCHVI